Il Museo Nazionale del Bargello è davvero una spettacolare collezione di opere d’arte rinascimentali.

Immerso nello splendido Palazzo del Bargello, il museo si trova all’interno di uno degli edifici più antichi di Firenze Sebbene sia possibile trovare una varietà di opere d’arte all’interno di questo Museo, ospita principalmente sculture, conosciute meglio come il museo nazionale delle sculture.

La storia del Museo Nazionale del Bargello

Costruito nel 1255, l’edificio era un tempo la sede principale del Capitano del Popolo, essendo anche la base per il Podestà e il Consiglio di Giustizia negli anni successivi. Tuttavia, nel 1574, divenne il Capitano di Giustizia, noto anche come capo della residenza privata della polizia, con gran parte dell’edificio usato come prigione. Tuttavia, dopo questo periodo, nel XIV e XV secolo furono messe in atto una serie di modifiche per riportare l’edificio alla sua bellezza originale, con scale in mattoni, una grande sala e una serie di balconi.

I 1401 pannelli da competizione

Nel 1401, Firenze organizzò un concorso per vedere chi poteva progettare una serie di porte in bronzo per il Battistero. Gli artisti dovevano dare campioni di bronzo a forma di pannello di quadrifoglio, usando sia il Sacrificio di Isacco, le storie dell’Antico Testamento all’interno delle loro opere d’arte. Fortunatamente per noi, Florence ha deciso di mostrare non solo il vincitore all’ingresso, ma i due corridori nominati Ghiberti e Brunelleschi dal concorso. Mostra i due corridori di bronzo sulla parete posteriore dell’edificio.

Donatello David

Il bronzo di Donatello David è davvero uno spettacolo ispiratore da vedere, essendo stato restaurato solo di recente per la visione pubblica. L’opera ha un sacco di mistero che lo offusca, con molti storici incerti sull’era da cui proviene, e piccoli dettagli nella statua non si adattano alla rappresentazione del pezzo. Il più ovvio è la scelta della statua di cappello e scarpe, ma nessun altro abbigliamento, che è visto come inappropriato per il pastorello che questa figura in bronzo rappresenta. Tuttavia, il mistero di questa opera d’arte lo rende ancora più affascinante.

Bacco di Michelangelo

È una delle prime opere di Michelangelo, realizzata nel 1496 quando era un giovane adulto. Fu commissionato per un cardinale che possedeva un giardino pieno di sculture e fu fatto da Michelangelo quando arrivò per la prima volta Roma Uno stile simile al suo famoso pezzo “David”, il Bacco è morbido e bello, raffigurante il dio del vino che è detenuto da un tronco d’albero e un satiro.

Esplora il nostro Tour di Firenze